Con la musica lo sport è a prova di pigrizia

Uno studio canadese dimostra perché la musica aumenta la voglia di praticare attività fisica. Nel lungo periodo

Che si marci sul tapis roulant o si salti in una lezione di aerobica, la musica dà la carica giusta per affrontare meglio l’allenamento. È innegabile ciò, anche se a volte non si sa bene perché. Ebbene, a svelare il motivo energizzante della musica arriva uno studio canadese, pubblicato sulla rivista Journal of Sports Sciences. In realtà, di motivi ce n’è più di uno: le note musicali aumenterebbero la voglia di muoversi, ma farebbero anche avvertire meno la fatica e renderebbero lo sforzo persino più gratificante. Tutto ciò a prescindere dal genere di musica e dal volume. Non c’è differenza nemmeno se ci si infila le cuffie in solitaria o se si ascolta la radio con gli altri.

Lo studio

Gli autori della ricerca hanno confrontato le diverse “reazioni emozionali” che due gruppi di sedentari hanno riscontrato nei riguardi dell’attività fisica, subito dopo l’esperimento. Il primo gruppo è stato invitato a muoversi a ritmo di musica; al secondo gruppo, invece, è stato proposto lo stesso allenamento, ma in silenzio. Nello specifico si trattava di esercizi a corpo libero a ritmo sostenuto. Entrambi i gruppi di volontari erano a digiuno di sport da diverso tempo, poiché non rientrava nelle proprie abitudini. La vera domanda della ricerca verteva, infatti, su come trovare la giusta motivazione all’allenamento, possibilmente nel lungo periodo.

Ebbene, il gruppo che si è dimostrato più propenso a ripetere l’allenamento è stato quello che ha svolto la prova ascoltando la musica. È stato anche il gruppo che ha tratto maggior vantaggio dai tempi di recupero e dalla fase di defaticamento.

I risultati

La conclusione dello studio canadese è che la musica può cambiare le abitudini di chi è sedentario, invogliandolo a convertirsi allo sport in modo duraturo. Infilarsi le cuffiette o accendere lo stereo diventa una sorta di sostegno per chi non ama l’esercizio fisico, poiché funge da stimolo e da componente piacevole, tutti fattori che alleviano la fatica. In altri termini, si è talmente impegnati a riprodurre il motivetto musicale con la mente da non sentire i muscoli che bruciano o il fiato che si fa corto.
E se nota dopo nota si troverebbe la voglia di (re)iniziare a fare sport? Non resta che trovare quel brano musicale che dia la spinta giusta: noi te ne suggeriamo qualcuno nella nostra playlist.

Per maggiori informazioni:

Lo studio pubblicato sul Journal of Sports Sciences

By | 2018-05-08T16:55:02+00:00 9 febbraio 2018|