I dolci di Natale

Attenzione, a Natale aumenta il consumo di dolci! Per non esagerare, ecco qualche consiglio pratico e di preparazione della nostra nutrizionista Lyda Bottino

 

Clicca qui per una consulenza gratuita personalizzata
del nostro esperto, Dott.ssa Lyda Bottino

Perché non bisogna esagerare con i dolci anche nel periodo natalizio?

Consumare dolciumi non fa mai bene in nessun periodo dell’anno. Anche i dolci tradizionali fatti in casa contengono esagerate quantità di zucchero, il cui effetto infiammante per l’organismo è stato ormai pienamente dimostrato.
Quelli industriali oltre allo zucchero contengono anche grasso di scarsa qualità e additivi di vario genere (conservanti, addensanti, coloranti..).
Un consiglio utile è quello di limitare il consumo dei dolci ai pochi giorni effettivi di festa durante il periodo natalizio e non per tutto il mese.

Ci sono degli ingredienti da prediligere rispetto ad altri, magari in sostituzione di quelli più pesanti nei dolci tradizionali di Natale?

Sicuramente ci sono dei consigli da seguire nella preparazione dei dolci:

1. Sostituire la farina bianca con quella integrale, ricca di fibra e del prezioso germe contenente vitamine, minerali e proteine.
2. Sostituire lo zucchero con una piccola quantità di miele (di solito al massimo un terzo della dose originaria di zucchero).
3. Aggiungere alla ricetta frutta, frutta essiccata, semi oleosi.
4. Aggiungere con generosità burro, uova, cioccolato fondente al 90%.

In questo modo si abbassa il carico glicemico del dolce e di conseguenza si riduce l’effetto infiammatorio sull’organismo.

A cosa rinunciare durante il pasto per godere del dolce?

Si può rinunciare ad una parte di carboidrati del pasto (pane, patate, pasta, alcool) e abbondare invece con la fibra di frutta e verdura che eviterà il pericoloso picco insulinico.

Consigliaci qualche ricetta di dolci “light” da portare in tavola il giorno di Natale.

Ci si può davvero sbizzarrire. Un’idea molto semplice da realizzare è quella di rivestire frutta di stagione (spicchi di mandarino o chicchi d’uva) o semi oleosi (nocciole, mandorle, noci) con cioccolato fondente 90% sciolto a bagnomaria. L’effetto è anche molto scenografico.
Il cioccolato fondente è ricco di magnesio, fosforo e flavonoidi, oltre che di triptofano, precursore della serotonina. Se di buona qualità, e privo di zucchero aggiunto, il cioccolato ha effetti benefici sia sull’umore sia sulla salute.

Ma il dolce tipico delle feste é il tronchetto di Natale.

Vi propongo nella sezione food del sito una ricetta sana e genuina, con farina integrale, senza zucchero né grassi vegetali di scarsa qualità, con tutto il buono del miele, del cioccolato fondente e delle nocciole.
Aggiungendo una bella macedonia di frutta di stagione con in più 12 chicchi di uva e melograno, oltre che un pieno di vitamine e minerali sarà anche di buon augurio per l’anno nuovo.

Buon Natale da Focus on You!

By |2018-12-21T00:59:21+00:0021 dicembre 2018|