Palestre a cielo aperto: il bello di allenarsi nel verde

Da Milano a Roma, fino a Palermo. Le principali città italiane offrono molte alternative alle classiche palestre. Allenarsi immersi nel verde o all’ombra del Colosseo? Si può!

 

Percorsi per il fitness, campi da basket, palestre e aree strutturate per praticare sport all’aria aperta. Chi resta in città anche ad agosto ha soltanto l’imbarazzo della scelta. E non si tratta della classica corsetta, al tramonto o all’alba, tra le strade infuocate e i palazzi alti.

Nella maggior parte delle città italiane, infatti, ci sono le palestre “outdoor” che permettono di allenarsi in compagnia e all’aria aperta. Abitudini che fanno bene al corpo e alla mente. Senza tralasciare la socializzazione e la possibilità di staccarsi, almeno per qualche ora, da social e tecnologia. Anche se l’app “TrainUp” può aiutare a trovare molti corsi interessanti. Ecco alcuni suggerimenti.

Milano, regina dei parchi

Lo sport outdoor a Milano è una tendenza in forte crescita. Un’abitudine che ha conquistato il cuore dei milanesi, dei turisti o di coloro che si trovano, per lavoro o per piacere, nel capoluogo lombardo. Ci sono tanti parchi, con aree organizzate per l’attività fisica. A partire dai Giardini Pubblici Indro Montanelli, nel cuore di Milano, con una barra alta adatta alle trazioni, gli anelli e attrezzi vari. Stessa storia nella modernissima zona Tre Torri, all’interno del parco di City Life, accanto allo Shopping District. Senza tralasciare, naturalmente, Parco Sempione che con i suoi oltre 380 mila mq di superficie è lo spazio verde più famoso della città. Trazioni, flessioni, addominali in un parco in puro stile inglese.

Tra Milano e Torino c’è TrainUp!

È arrivata anche a Milano l’app TrainUp – fondata a Torino – che tiene in contatto sportivi e trainer in giro per la città e che ha reso Parco Sempione una vera e propria palestra a cielo aperto, con molte attività proposte: dalla corsa allo yoga, passando per il pilates e le arti marziali. Senza dimenticare le zone di Lambrate e Isola e i vari parchi sparsi in città e a Torino, come il Valentino e quello della Pellerina.

Ne abbiamo parlato con Nicolò Ammendola, il suo fondatore: “TrainUp è una piattaforma dedicata ai trainer, che possono proporre le attività fisiche all’aria aperta, e agli utenti che possono scegliere il corso che preferiscono. In base alla zona, all’età e al tipo di allenamento”. L’obiettivo è quello di creare la palestra più grande del mondo e l’utilità è immediata: ci si può allenare, dove, come e quando si vuole. Basta scaricare l’app e scegliere un corso.

I costi? “Si paga il biglietto, a seconda del tipo di attività che solitamente non dura più di un’ora. La fascia di prezzo più gettonata va dai 5 ai 15 euro. Alcuni corsi arrivano anche a 30/40 euro. E poi, c’è la possibilità di svolgere corsi individuali con il personal trainer: alcuni si fanno pagare anche 50 o 60 euro”. Allenarsi all’aria aperta, in compagnia, e magari sotto casa, da oggi, è possibile.

Torino, conoscete Parco Ruffini?

Anche il capoluogo piemontese è ricco di parchi valorizzati da percorsi ginnici, come appunto quello della Pellerina e il Valentino. E poi, per gli amanti di canoa e kayak il fiume Po è l’ideale. L’alternativa? Il Parco Ruffini, uno dei più attrezzati. Campi da tennis, da calcetto, pista di pattinaggio, una scacchiera gigante e un percorso ginnico attrezzato da usare in libertà. Insomma, un’oasi di verde facilmente raggiungibile dal centro città.

Bologna: il parco di via Lirone

Ha soltanto un anno di vita ed è nato per favorire l’attività fisica tra la popolazione. Il parco di via Lirone è un gioiellino che si trova alle porte di Bologna. Una palestra aperta a tutti: i più esperti e i principianti possono provare gratuitamente tutti gli attrezzi. Esercizi di stretching, addominali, step, corsa e camminate. Cosa aspettate?

Firenze, in spiaggia sull’Arno?

Una palestra a cielo aperto con vista su Palazzo Vecchio. Allenarsi a Firenze può rivelarsi un’esperienza suggestiva. Yoga, beach volley e un percorso lungo l’Arno impreziosiscono la città toscana permettendole di avere una delle spiagge urbane più grandi in Europa. Inoltre, lo spazio è arricchito dalle sculture dell’artista fiorentino Sedicente Moradi. L’appuntamento è alla Spiaggia sull’Arno-Easy Living. Provare per credere!

Cagliari, insieme… ai pavoni!

Il clima della Sardegna facilita l’attività fisica all’aria aperta in tutti i periodi dell’anno. L’idea principale è una bella passeggiata al mare, una corsetta all’alba o al tramonto con vista panoramica.

Ma ci sono diverse alternative “urbane”. Una di queste è il parco di Monte Urpinu che si trova nell’omonimo quartiere, attrezzato per gli amanti dello sport outdoor con aree fitness e anche aree giochi. Tra un sentiero e l’altro si arriva al panorama di Viale Europa che si affaccia su tutto il golfo di Cagliari. Non solo, vi è mai successo di allenarvi insieme ai pavoni?

Napoli, un allenamento “romantico”?

Apre alle 8 e chiude alle 20. Il Parco Virgiliano è il fiore all’occhiello della città per gli amanti dei luoghi romantici e del relax. Lontano dai turisti, ma in un punto incantevole: Posillipo. Il panorama toglie il fiato: Capri, il Vesuvio, Procida e Ischia. All’interno del parco ci sono un campo di atletica e percorsi per il running. O per una passeggiata in bici… magari al tramonto!

Roma, la capitale delle “ville”

In questa speciale rassegna non può mancare Roma, che offre davvero l’imbarazzo della scelta per lo sport all’aria aperta. E’ la capitale delle ville: villa Borghese, villa Torlonia e villa Ada sono soltanto alcuni spunti. I romani le conoscono bene e abitualmente le scelgono per l’attività fisica outdoor.

A villa Pamphili, al tramonto, fino al 15 settembre è possibile partecipare (dal martedì alla domenica davanti al ViVi Bistrot) a lezioni di yoga gratuite con insegnanti professionisti. E poi, ci sono i corsi di Impacto Training, che si svolgono in luoghi speciali come il Ponte della Musica o il Colosseo. Servono un tappetino, una bottiglietta d’acqua e tanta voglia di star bene all’aria aperta.

Palermo: le spiagge di Mondello

Allenamento con vista panoramica. A Mondello è possibile. La piattaforma del Lido Valdesi è una palestra a cielo aperto. Con un ticket da 8 euro, ridotto a 6 euro fino ai 18 anni, sarà possibile seguire lezioni di acqua gym, attività di fitness e danza. In più yoga, pilates e balli di gruppo. E dopo la fatica, un tuffo al mare è assicurato!

E per le neo mamme?

Vi invitiamo a leggere il nostro articolo MammaFit: pancia piatta con i bimbi

By |2018-07-27T03:09:16+00:0027 luglio 2018|