Metti a tavola la biodiversità

Biodiversità a tavola. Un famoso marchio italiano dell’hair-care italiano insieme a un’associazione internazionale no-profit guidano a scelte alimentari più consapevoli

 

Come alimentarsi e nutrirsi in modo consapevole? Davines, azienda cosmetica al 100 per cento italiana, leader nell’hair-care, in collaborazione con la Fondazione Internazionale no-profit Slow Food supporta l’iniziativa Food for Chance, per diffondere e supportare un progetto che educhi le persone a scelte alimentari più eticamente corrette. Quindi che possano davvero influenzare positivamente le industrie e le filiere produttive ad avere più rispetto del pianeta.

Dall’8 al 30 marzo

Proprio così, dal’8 al 30 marzo, acquistando nei Saloni Davines presenti sul territorio italiano due prodotti della linea Essential Haircare, si riceverà in regalo il libro “Metti a a Tavola la biodiversità”, dove sarà possibile consultare 40 ricette stagionali realizzate da 10 cuochi dell’Alleanza Slow Food.

Un’alleanza Slow Food

Che cosa è l’Alleanza Slow Food? Trattasi un network di cuochi che si avvale di materie prime di qualità e a basso impatto ambientale. Quali le sue linee guida? La scelta di ingredienti locali e stagionali al fine di evitare inutili emissioni di C02 derivanti dal trasporto di cibo. Il recupero degli avanzi al fine di evitare sprechi. Il ricorso a una maggiore quantità di legumi al posto della carne, la cui produzione è considerata fra le più impattanti a livello mondiale.

Davines, sempre attenta al valore etico dei suoi prodotti, donerà alla Fondazione Slow Food Onlus, con la quale collabora dal 2014, un importo di 10.000 mila euro al fine di sensibilizzare sempre più a consumi ragionati e a promuovere una sorta di agricoltura familiare.

Presidi Slow Food

Ma non solo, con la linea Essential Haircare inoltre, Davines collabora con la Fondazione Slow Food, supportando i presidi Slow Food, progetti che riuniscono produttori agricoli di determinate zone d’Italia a favore della biodiversità e del rilancio dell’economia dei territori e delle tradizioni artigianali.

By |2019-02-27T04:37:33+00:0027 febbraio 2019|