Fluiball: allenati con una palla

La prima palla con all’interno una quantità variabile di liquido colorato, che trasforma qualsiasi esercizio in un vero e proprio allenamento muscolare ad alta intensità

 

Praticare attività fisica con attrezzi divertenti spesso è più stimolante. L’ultima novità si chiama Fluiball, ed è una palla trasparente con un liquido colorato al suo interno. Il peso varia da 500 grammi fino a 10 chili. Durante la lezione, che si svolge a tempo di musica, si alterna attività aerobica ad alta intensità a classici esercizi di tonificazione, come squat, affondi, lanci, prese. Il tutto sempre con la palla.

Che cos’è la palla Fluiball

Fluiball non è semplicemente una palla ma uno strumento professionale con una versatilità di utilizzo senza precedenti, d’impatto emotivo e capace di produrre attivazioni neuromuscolari multiple. I suoi principali ambiti di applicazione variano dalle attività in palestra (aerobica, pilates e yoga) a quelle in acqua (aquagym), passando per la fisioterapia e la riabilitazione.

La palla Fluiball è un attrezzo funzionale, poiché rispetta i gesti della vita quotidiana, cioè i movimenti naturali che si compiono grazie al lavoro sinergico di più gruppi muscolari. La sua caratteristica di contenere liquido (atossico al 100%) rende Fluiball un attrezzo imprevedibile con cui calibrare la forza muscolare. L’intensità di ciascun esercizio viene definita non solo dal peso e dalla dimensione della palla ma anche dalla condizione in cui si presenta il liquido al suo interno: più sarà dinamico, più la difficoltà di esecuzione sarà maggiore.

A cosa serve

Con l’aiuto di Fluiball si scolpiscono i muscoli di gambe, braccia e busto. Ma si migliora anche l’equilibrio: il liquido contenuto nella palla, spostandosi, costringe a modificare sempre il proprio baricentro.

Il parere del personal trainer

Simona Musocchi, wellness coach Focus on You:

«La morbidezza unita alla tecnologia del materiale fanno di Fluiball un prodotto unico per la tonificazione. Impugnando la palla, la si può far ruotare o shakerare: i contraccolpi del liquido – che si muove in base agli spostamenti – sono perfetti per rassodare le braccia, perché richiedono ogni volta uno sforzo differente. Queste stesse caratteristiche rendono però Fluiball poco adatta a chi soffre di tensioni lungo il tratto cervicale».

Per maggiori informazioni:

Guarda il sito di Fluiball

Vuoi saperne di più?

clicca qui  per chiedere una consulenza gratuita a Simona Musocchi, wellness coach di Focus on you.

 

 

By |2018-05-28T21:13:03+00:0027 maggio 2018|