Viaggiare nel segno del benessere

Per le vostre prossime vacanze, le parole d’ordine devono essere relax, detox e felicità? Ecco 8 destinazioni dove il benessere diventa parte integrante delle vostre giornate

 

Viaggiare sì, ma pensando a stare davvero bene. Chiudete gli occhi e immaginate: se vi dicessimo “gioia e relax”, voi a cosa pensereste immediatamente? Scommettiamo che la maggior parte di voi si sognerebbe in panciolle su una spiaggia dorata, con un Mojito in mano, a guardare il tramonto.

Non è un caso che viaggiare e vacanza siano sinonimi di benessere: trovare un momento per partire e dedicarsi così solo a se stessi, ai propri piaceri o affetti è sempre bello.

Secondo le ricerche

E’ uno dei desideri più grandi per gran parte degli italiani. Tra lavoro, socialità e impegni vari si riscontra sempre più difficoltà a ricavare dei momenti in cui rallentare, “disintossicarsi” dalla routine quotidiana e prendersi cura di sé.

A rivelarlo è un sondaggio condotto lo scorso maggio da Volagratis.com su 2 mila intervistati.

6 italiani su 10 ammettono di sentirsi in pace con se stessi proprio quando viaggiano o sono in procinto di partire.

Mentre per il 33% il segreto della serenità sta tutto nei momenti di puro relax. In vacanza niente smartphone o computer, ma solo tempo da dedicare ai propri hobby, piaceri e, perché no, anche all’ozio.

E allora, visto che è arrivato il momento di prenotare le vacanze estive, permetteteci di consigliarvi qualche meta ad hoc, là dove detox, benessere e felicità sono all’ordine del giorno.

Ecco 8 destinazioni perfette per scoprire e conoscere da vicino usanze, tradizioni e cultura del wellness che permettono di trovare – o recuperare – l’armonia perduta.

Yoga, meditazione e mindfulness in India

Entrambe legate all’induismo e al buddismo, da qualche decennio yoga e meditazione vengono praticate anche al di fuori del contesto più sacro, tanto da dar vita anche alla mindfullness. Una sorta di meditazione che, partendo dai precetti del buddismo, si focalizza sul recupero della centralità e della consapevolezza mentale, attraverso il costante e non giudicante ascolto del proprio corpo e del proprio sé.

Tutte queste pratiche aiutano a ridurre il livello di stress, ad aumentare la consapevolezza del sé, ad affrontare i problemi della quotidianità con maggior leggerezza, partendo dal concetto che tutto passa eccetto noi.

Per far pratica e liberare la mente da ogni turbamento, l’ideale è prenotare un volo per l’India: destinazione Mumbai. Lì si trova lo Yoga Institute, l’istituto fondato da Shri Yogendra nel 1918, il più antico centro organizzato di yoga di tutto il mondo.

Altrimenti, dirigetevi a Pune, a pochi km da Mumbai, dove potrete frequentare il Ramamani Iyengar Memorial Yoga Institute (RIMYI), specializzato in Iyengar yoga e – delizia per gli amanti della lettura! – fornito di una biblioteca con oltre 8000 volumi su yoga, filosofia, medicina e ayurveda.

La siesta in Spagna e Grecia

La stanchezza è portatrice di irascibilità: lo sanno bene gli spagnoli e i greci che, per non perdere mai il buonumore, non rinunciano alla siesta o al mesimeri, cioè il sonnellino pomeridiano!

Secondo numerosi studi, bastano 20 o 30 minuti di riposo pomeridiano per regalare benefici al corpo e allo spirito e – secondo i più ottimisti – la siesta allungherebbe l’aspettativa di vita. Senza dubbio, una mezz’ora di sonnellino aiuta a migliorare reattività e velocità di pensiero con maggiore energia.

Il power nap perfetto? Sotto una palma a Maiorca – magari a Cala Agulla, una spiaggia Bandiera blu, che dal 1991 fa parte dell’Area Naturale di Speciale Interesse, quindi caratterizzata da una natura incontaminata. O ancora nell’eden total white della Sha Wellness Clinic, vicino ad Alicante, destinazione top del benessere globale.

Oppure in Grecia. A Rodi, sulla spiaggia di Afandou, letteralmente “nascosto”, perché che un tempo era invisibile ai pirati che giungevano dal mare. Qui troverete la giusta tranquillità per riposarvi senza remore. O a Jacinto presso il Porto Zante Villas & Spa che si affaccia su un mare incontaminato.

Il buon cibo e il buon bere in Francia

In Francia il segreto per il relax si chiama “vino”. I cugini d’Oltralpe non rinunciano infatti a un bicchiere o due di vino durante i pasti o dopo il lavoro, per rilassare i nervi dopo le fatiche quotidiane.

Soprattutto nella capitale del vino, Bordeaux, la ricca cultura che ruota attorno al mondo vinicolo permette momenti di socialità che aumentano la felicità emotiva. Una visita alle cantine più suggestive è quello che ci vuole per ricaricarsi.

E tra una degustazione e l’altra, una sosta alla Spa Caudalie, nel cuore dei vigneti dello Château Smith Haut Lafitte, è d’obbligo. Qui potrete sperimentare “sulla vostra pelle” la vinoterapia, ovvero dei trattamenti esclusivi per viso e corpo, che sfruttano i benefici dei polifenoli e del resveratrolo, contenuti nell’uva.

Al calar della sera, una passeggiata e un bicchiere di vino nel centro storico della città, il distretto di Saint-Pierre, saranno la chiosa perfetta per una giornata da incorniciare.

L’arte dei massaggi in Thailandia

Per alleviare i dolori fisici tipici di uno stile di vita frenetico, la meta giusta è la Thailandia, dove si può davvero sperimentare il massaggio perfetto. La tecnica, basata sui principi ayurvedici nati migliaia di anni fa, utilizza lo stretching e la pressione, a volte anche particolarmente vigorosa, per ridurre stress, mal di testa, mal di schiena e per dispensare nuove energie.

Gli indirizzi da non perdere? Il centro olistico Chiva Som, dove studiano percorsi personalizzati, per regalare nuova luce al proprio corpo, restituendogli tranquillità e bellezza. E Six Senses Yao Noi, resort d’eccellenza votato alla sostenibilità, dove prenotando il pacchetto Isola delle Coccole, oltre ai massaggi olistici, si possono praticare anche Tai Chi, Yoga e Pilates.

Fermata a Bangkok. Oltre all’ultra lussuoso Mandarin Oriental dove è tassativo sperimentare il jet-lag massaggi a 4 mani, si segnala l’Urban Resort The Peninsula: qui tutte le terapie orientali e ajurvediche. E solo qui: il massaggio Royal Thai, messo a punto con la scuola di medicina e massaggio Wat Pho, con impacchi caldi alle erbe.

La sauna in Finlandia

Sarà per via delle basse temperature che la caratterizzano durante tutto l’anno, ma senza dubbio la Finlandia vanta la più ampia selezione di saune d’Europa. Si stima infatti che in tutto il Paese ve ne siano 3,3 milioni, presenti non solo nelle case, ma anche negli uffici, negli alberghi e in generale nella maggior parte degli edifici.

Una sessione di sauna, magari a Rovaniemi in Lapponia, aiuta a eliminare le tossine dal corpo e ad agevolare la circolazione. Se volete fare amicizia con gli autoctoni, consigliamo la sauna Kesärafla: è pubblica, ma raramente è piena di gente. Qui, la stufa a legna offre un dolce tepore, ideale anche per chi non ama le saune ad alta temperatura.

Desiderate un’esperienza che vi lasci a bocca aperta? Provate la sauna su un impianto di risalita. Ylläs vanta l’unica sauna sospesa al mondo, che può ospitare fino a 4 persone per 20 minuti di sauna con vista a perdita d’occhio.

Gli onsen in Giappone

Nei piccoli villaggi o fuori dalle grandi città come Tokyo o Kyoto pullulano le famose sorgenti termali, chiamate onsen in giapponese. Sono numerose in tutto il territorio nipponico. Si tratta di luoghi antichissimi dove la popolazione locale da sempre si rilassa immergendosi nelle acque termali con temperature che sfiorano i 40°.

Come la sauna, una sessione in onsen allevia lo stress e il dolore muscolare, lasciando la pelle profondamente pulita e liscissima. Il tutto avviene in un’atmosfera quasi sacra, dove il silenzio e la lentezza aiutano a rigenerarsi.

Non dimenticatevi che, prima di immergervi, dovete seguire il percorso di purificazione, un rito di pulizia preciso che inizia da un’energica insaponatura e una doccia abbondante.

Da non perdere, il Takaragawa Onsen, a Gunma, Central Honshū, con delle vasche di pietra disposte per centinaia di metri lungo la lunghezza del fiume, circondati da una natura selvaggia e incontaminata. Oppure recatevi a Okuhida, a Gifu: lungo la valle ci sono 5 città termali, tutte con bagni all’aperto con vista meravigliosa sulle Alpi Giapponesi del Nord.

Le terme naturali in Islanda

Nel paesaggio quasi extraterrestre dell’Islanda non è raro incontrare sorgenti vulcaniche di acqua calda. Schivando i pericolosi ma spettacolari geyser, gli islandesi sfruttano i bacini di acqua calda come rilassanti bagni termali immersi nella natura. Potete fare base a Reykjavik e raggiungere in giornata le terme.

Per i più avventurosi, la sosta consigliata è al Secret Lagoon, grande complesso termale dell’isola situato nel piccolo villaggio di Fludir, nell’area del Golden Circle. L’acqua rimane calda a 38° durante tutto l’anno ed è possibile ammirare geyser che a intervalli di cinque minuti regalano piccole eruzioni.

Se invece siete amanti del percorso Kneipp, provate questo naturale a Landmannalaugar. Qui si trova la Farmer’s Hot Bathing Pool, una piscina termale, in cui bisogna camminare nell’acqua fredda fino a raggiungere il punto dove si percepisce quella bollente. Una volta trovata la giusta temperatura potete rilassarvi.

La natura incontaminata in Costa Rica

Quasi 1300 km di costa tra Oceano Pacifico e Mar Caraibico, numerosi percorsi montani e un territorio in gran parte sotto tutela ambientale: è questo che rende i costaricani tra le popolazioni più serene e rilassate del pianeta!

Il paese è infatti da molti anni in cima all’Happy Index Planet, un indice alternativo al PIL dove vengono presi in considerazione parametri come l’aspettativa di vita, le politiche ambientali, la soddisfazione soggettiva dei propri cittadini e altro ancora.

Consigliamo per la visita, Playa de Azucar, una baia solitaria, rinomata per lo snorkelling: qui alle prime luci dell’alba, potrete avvistare le mante in tutta la loro regale bellezza.

E Playa Cuevas, nella Riserva Natural Cabo Blanco: arrivarci non è facile, ma quando vi approderete vi sembrerà di stare nell’Eden.

Oppure a La Fortuna, sulla strada che porta nel cuore del Volcano National Park, dove potrete sperimentare le cure termali vulcaniche presso il Lost Iguana Resort & Spa. Non resta altro da fare che immergersi nella natura e lasciarsi contagiare dalla felicità della Costa Rica.

By |2019-04-30T06:35:50+00:0030 aprile 2019|