Sport e sole: attenzione!

Praticare sport al sole? Ci vuole il giusto spf e la texture corretta. Quindi formule solari mirate per chi ama fare attività all’aria aperta: leggere ma superschermanti

 

Fare sport al sole e all’aria aperta può mettere a serio rischio la salute cutanea. Diciamolo: non è così semplice proteggersi dal sole mentre si pratica sport. Soprattutto acquatici. Perché non solo la pelle ha bisogno di un spf abbastanza elevato, ma necessita di formule un po’speciali. “Prima di tutto che non facciano aumentare la sudorazione, come avviene nella stragrande maggioranza delle alte protezioni. Di solito, infatti, a causa della presenza di un’alta percentuale di filtri, hanno una texture molto più pastosa e consistente”, precisa la dermatologa Magda Belmontesi.

Quindi solari che non ungono, non appesantiscono e che svaniscono appena si applicano.

Brevetti davvero rivoluzionari

Sì a formule leggerissime per vivere l’attività sportiva outdoor, che aiutano a trattenere l’idratazione in superficie ma nello stesso tempo non occludano. Per questo Shiseido ha messo a punto il brevetto WetForce che sfrutta la traspirazione per rinforzare la protezione e nello stesso tempo il secondo brevetto QuickDry che disperde il sudore in superficie.

Sono tre e leggerissimi i cosmetici sports studiati da Shiseido. Sports BB e Sports BB Compact, con pigmenti colorati proteggono e uniformano la pelle, migliorando l’aspetto. E Sports Invisibile Protective Mist offre una protezione spf 50 al profumo di agrumi.

Water-resistent e a prova di sabbia

Tuffi ripetuti, nuotate o anche solo praticando sci d’acqua o walking sulla battigia: l’acqua porta via la protezione della pelle. Ecco perché è meglio scegliere solari Water-proof. Spesso è solo una questione di sensorialità, ma subito si avverte se un solare resiste anche all’acqua e alla sudorazione, persino all’azione esfolianti delle sabbia. Spesso si tratta di consistenze particolari, come olio secco, stick viso in crema, e creme dry-touch, che una volta a contatto con la pelle sembrano sparire. Quest’anno anche i gel diventano olio e resistono di più sulla pelle.

Succede con i nuovi Crème Solaire Toucher Sec e Gel en Huile Invisible spf 30 di Clarins, tutti con filtri organici e un pool di principi attivi vegetali che prevengono il photo-aging. Perfetto anche il Compact Solaire Mineral spf 30

Solari on-the go, sempre con voi

Piccolo formato, gradi prestazioni! Anche per le specialità cosmetiche al sole. E’ il caso degli stick che, per l’estate 2019, si presentano con delle formule davvero pratiche e performanti. Prima di tutto sono trasparenti, non lasciano tracce bianche e si fondono subito sulla pelle e garantiscono una protezione ad ampio spettro.

Dalla stesura pratica e veloce, sono indispensabili per proteggere le zone più delicate del viso e non solo. Pensati per i bambini, sono perfetti anche per chi pratica sport, anche perché nella maggioranza dei casi, sono waterproof e resistenti anche in caso di sudorazione eccessiva.

Un nome? Sun Secure Easy Stick di SVR spf 50, una protezione con il turbo, praticissima perché si può stendere anche sulla pelle bagnata con acqua salata. La sua formula inoltre non lascia aderire la sabbia e resiste all’acqua, al sudore e agli sfregamenti con il telo da mare.

Le buone regole di applicazione

L’ideale sarebbe stenderli sulla pelle almeno una mezzora prima di esporsi al sole. Per chi pratica sport, anche se le formule dry specifiche non dovrebbero causare problemi, il solare viso va applicato a piccoli tocchi, evitandola zona del contorno occhi. Lo stick sun block, invece, solo sui punti davvero fragili di viso e corpo. Punti fragili che spesso si dimenticano? Le orecchie e il collo del piede

Riguardo alla quantità è sempre meglio abbondare con le dosi e ripetere l’operazione almeno ogni tre ore.

Il consiglio di Focus on You

Texture ultra leggera e traspirante che apporta una sensazione di freschezza immediata, Fotoprotector Isdin Fusion Gel Sport (24,90 € – 100 ml.) è il solare ideale degli sportivi. Perché può essere applicata su pelle bagnata o sudata. È resistente all’acqua e al sudore.

 

By |2019-05-23T10:52:53+00:0023 maggio 2019|