Interval Training: dimagrire (più in fretta), divertendosi!

Interval Training consente di perdere peso e di rimodellare il fisico in tempi brevi. Prova queste discipline al rientro dalle vacanze!

 

Già molto conosciuto e diffuso tra gli amanti del fitness, promette di spopolare ancora di più, soprattutto in questo autunno, quando ritornati dalle vacanze, comincerà la lotta ai chili accumulati in estate. Si tratta dell’Interval Training, tradotto letteralmente come ‘allenamento a intervalli’. Un metodo più che una disciplina, che prevede un lasso di tempo impiegato con esercizi di media o elevata intensità, seguito da un periodo di recupero, con attività fisica a bassa intensità o da riposo totale.

I consigli della nostra esperta

“Nella pratica, bisogna alternare brevi sessioni di esercizio fisico in cui il cuore lavora a una frequenza pari all’85% di quella massima, a sessioni in cui i battiti rallentano fino al 60% – ci spiega Simona Musocchi, wellness coach per Focus on You. Tradotto: lavoro anaerobico per circa un minuto, breve e intenso, seguito da lavoro aerobico, più blando ma per un tempo più prolungato”.

“Fate attenzione però: proprio per il grande lavoro cui è sottoposto il cuore, sconsiglio questa pratica alle persone con problemi cardiocircolatori e a coloro che in generale sono poco allenati, occorre un fisico ben preparato per portare a termine una sessione.

Meglio farsi seguire

Soprattutto all’inizio, consiglio a tutti di farsi seguire da un preparatore atletico, che studierà un piano di Interval Training personalizzato, consigliando l’attività cardio più giusta per ciascuno. E non dimenticate mai, prima e dopo l’attività fisica, di fare dello stretching. Qualunque sia il vostro grado di allenamento, per preparare bene i muscoli a essere sollecitati, senza incorrere in spiacevoli infortuni”.

I vantaggi

In questo modo, si incrementa e riattiva il metabolismo basale, che consente di continuare a bruciare grassi anche a riposo. “I vantaggi sono presto evidenti. In un tempo di allenamento relativamente breve (le sessioni durano al massimo un’ora), si smaltiscono molte più calorie che con una semplice corsa. Questo consente di perdere peso più velocemente. Inoltre, l’allenamento cardio è un toccasana per tornare di buonumore – producendo adrenalina ed endorfine – e per ridurre tensioni e stress”.

Non solo, l’American College of Sports Medicine (ACSM) raccomanda di accumulare 150 minuti di esercizio a moderata intensità oppure 75 minuti a intensità vigorosa ogni settimana, per cercare di prevenire alcune patologie croniche, come le cardiopatie, l’ictus, il cancro o il diabete.

 

Ma quali sono le proposte di attività fisica più indicate per l’Interval Training? Eccone alcune tra le più stimolanti, tutte da provare.

Punch

Punch alterna tecniche di boxe al sacco a un allenamento funzionale con l’utilizzo di piccoli attrezzi di nuova generazione, quali il TRX, Kettlebell, Med Ball e Plates. Le sequenze di colpi vengono proiettate su degli schermi, la musica e gli effetti di luce completano l’allenamento, rendendolo più coinvolgente. In un’ora di training, si possono arrivare a bruciare dalle 400 alle 600 calorie.

Jump rope

In principio fu Rocky, oggi sono anche le modelle a usarla per allenarsi: è la corda per saltare, gioco innocente, che si trasforma in micidiale attrezzo bruciagrassi se usata in modo corretto durante l’Interval Training. Basta alternare un minuto di salti a un minuto di recupero e in 10 minuti si possono arrivare a bruciare circa 200 calorie. Economica e pratica, gli esperti consigliano però di utilizzarla su una superficie di legno per ammortizzare meglio e affaticare meno le articolazioni.

Fartlek

Siete appassionati di corsa? Allora inserite nel vostro allenamento il Fartlek, parole di origine svedese, che significa “cambi di velocità”. Si comincia con una corsa blanda e quando il corpo si assesta e prende confidenza con quel ritmo, si aumenta di velocità, non però come se fosse un allungo, ma una nuova andatura più veloce da mantenere per il lasso di tempo stabilito. Se correte di solito per mezz’ora, potete alternare qualche minuto di corsa leggera a 15 secondi di scatti. Al termine, sempre però del defaticamento, camminando, e dello stretching fatto bene.

BollyX

Siete tra coloro che vanno in palestra solo se ci si può scatenare a ritmo di musica? Allora non potete lasciarvi scappare BollyX, un programma d’allenamento della durata di 50 minuti, ispirato alle danze indiane di Bollywood, che coniuga coreografie dinamiche a movenze più lente. Basato sui principi dell’Interval Training, questa disciplina consente di bruciare fino a 800 calorie a sessione, sudando ma con il sorriso sulle labbra.

Interval Training, fitness

 

clicca qui per chiedere una consulenza gratuita a Simona Musocchi, wellness coach di Focus on you.

By |2018-08-06T01:25:10+00:006 agosto 2018|