Barba: i nuovi rituali per lui

Una volta si parlava solo e soprattutto di rasatura. Oggi con la tendenza barba e baffi in continua ascesa, la parola chiave è grooming. Qualche consiglio di manutenzione e stile

 

I ritocchi per la barba perfetta suggeriti dagli esperti dei Barber Shop Bullfrog.

Barba non amour! Stiamo parlando della moda vanitosa degli uomini degli ultimi anni e che anche nel 2019 si riconferma in ascesa. Ordinata, design, sfatta, piena o rada, la barba ha conquistato tutti, grandi attori compresi. Gerard Butler, Ben Affleck, Bradley Cooper, per non parlare dei nostrani Pierfrancesco Favino e Alessandro Gassman, nessuno ha resistito alla tentazione.

Un vezzo o un accessorio per sentirsi più maschio alfa? La verità è che, oltre a nascondere qualche ruga in più e qualche segnale evidente di invecchiamento precoce, barba e baffi sono considerati dal pubblico femminile un segnale forte di sex appeal.

Il loro crescente successo è stato confermato alle recenti sfilate uomo milanesi e durante gli ultimi red carpet, cartina tornasole delle nuove tendenze. Ma non tutte le barbe funzionano, o meglio: bisogna scegliere quella che veste al meglio il proprio viso.

E soprattutto, occorre manutenzione e cura: bisogna infatti mantenerla in forma con alcune attenzioni cosmetiche e non.

Le mille fogge della barba

Disordinata e incolta? Piace ma forse meglio per i più giovani, così come la versione “Santone”, lunga e piena. “Fondamentale sentirsela addosso, perché al di là delle mode che durano lo spazio di poche stagioni, quello che cerchiamo di dare nei nostri barber shop è uno stile proprio”, dicono gli operatori dei negozi Bullfrog.

La barba più trendy ha una misura  mini-media. Punta su una definizione precisa dei contorni sotto il mento, quindi sul collo, su una regolazione delle basette e richiede un collo (soprattutto la parte posteriore) molto pulito. Squadrata o leggermente ovale, dipende dai lineamenti e dal proprio stile di vita.

Cura e manutenzione

La barba deve essere lavata, d’accordo, ma soprattutto idratata e ammorbidita, solo così diventa anche più semplice da gestire e da regolare. Per questo, i cosmetici giusti hanno un ruolo fondamentale. Per il momento del lavaggio, perfetta una pasta specifica, le migliori contengono particelle esfolianti di zucchero: detergono più in profondità, lasciano la barba morbida e lucida eliminano qualsiasi odore di cibo e fumo.

Il grande fuoriclasse del calcio David Beckam, primo esempio di uomo metrosexual amante della propria immagine, aveva talmente a cuore la sua barba e il suo grooming che ha ideato una sua linea cosmetica: House 99 comprende tante specialità, dallo shampoo ai prodotti rasatura e regolatura barba, e tutte sono state formulate su indicazioni del campione. Proprio per la barba ha, infatti, ideato un balsamo leggero universale che fosse in grado di idratare in profondità e di controllare i peli più ispidi.

Ma vediamo cosa occorre avere sempre a portata di mano. Anzitutto un olio o un balsamo multi-funzione. Così come è utilissima una spazzola specifica, proprio come quella creata da Nashi Argan, la Argan Beard Brush. Si tratta di una spazzola di legno di quercia con setole di cinghiale che oltre a riordinare mantiene anche la barba ben pulita e la rende molto luminosa. Cosa applicare infine se si deve regolare qualche pelo? Meglio aiutarsi con una miscela cremosa pre-rasatura che serve per accorciare, regolare la lunghezza e dare uno stile personale e più sofisticato alla forma della barba.

E i baffi?

Seguono a grande distanza dagli appassionati della barba. E anche se non hanno ancora conquistato gli indici di gradimento che avevano negli anni Settanta, stanno recuperando alla grande. Forse in omaggio al grande Freddy Mercury che è tornato a scaldare i nostri cuori grazie al bio-film Bohemian Rapsody.

  • Pasta Esfoliante Lavabarba Bullfrog (15 euro)
By |2019-02-08T10:31:17+00:007 febbraio 2019|